Conversazione (quasi monologo) sui 99 anni di Franca Valeri

E auguri alla Signora!

– Allora hai visto? Franca Valeri fa 99!”.
– …
– Perché non dici niente?
-…
– Perché non dici niente, mi guardi e ti nascondi tra le spalle?
– Cosa?
– Ma come “cosa”? Franca Valeri compie oggi 99 anni. Il mondo dello spettacolo la festeggia da giorni, i giornali lo scrivono da giorni, e poi le radio…
– Ah, Franca Valeri! Ma sì, certo. L’ho sentita nominare.
– Ah, meno male. Allora conosci La Signorina Snob? Dai, quella che “Ciao, stellin…”.
– …
– Niente. Però, che sketch. E dire che quando faceva la Dama Benefica che visitava i suoi beneficiati, la vecchiaia la trattava con un’ironia che non ce n’era per nessuno. Chissà oggi cosa sta facendo. Magari se la gode in compagnia dei suoi gatti.
– …


– Ho capito. Sto facendo un monologo. Comunque su You Tube trovi parecchio e magari capisci anche perché tante attrici comiche oggi le devono tanto. È la più grande. Anche lei ha detto che non ci saranno eredi. La sua vita, ha spiegato, è stata diversa da quella delle attrici di oggi. In effetti. 
– Non voglio farti fare un monologo. Magari prova con qualcos’altro.
– E va bene. Magari va meglio con la signora Cecioni.
– Ah sì, questa sì! Ma giusto perché me l’hai fatta conoscere tu… E anche… come si chiama quella della manicure?
– Cesira?
– Cesira. Sempre per lo stesso motivo.


– Però ti vedo interessata e insisto. Tra le tante cose che si è letto, riletto e risentito su di lei in questi giorni, mi ha colpito una domanda. Gliel’ha fatta Guia Soncini per Elle. Una domanda difficile. Le chiede come ci si sente ad aver vissuto e lavorato con grandi nomi che ha visto via via morire. Lei, secca, risponde “Ci si sente in pericolo”. 
– Forte. 


– Già. Sai che c’è? Ti consiglio il suo ultimo libro. S’intitola “Il secolo della noia”. Ti posso leggere un passo? Me lo ha richiamato proprio questa conversazione.
– Certo.

– «…Evidentemente c’è nei giovani – e quando dico giovani penso ai giovanissimi – un curioso interesse per la cultura, un impegno a scoprire quello che i grandi della cultura hanno detto, e con grandi intendo vecchi. Spesso ti chiedono cose che non sai e altrettanto stranamente ignorano qualcosa di molto clamoroso. Forse sarebbe necessario equiparare le conoscenze per togliere quel senso di superiorità un po’ sprezzante nei vecchi e mettere il mondo giovanile in pace, mentre in realtà i giovani sembrano navigare con grande tranquillità in questa fondamentale ignoranza, la quale raggiunge spesso vette comiche… Ad esempio, eccone una: ero con due giovani attori, uno dei due mi chiede: “Di chi è quella foto?”, e io: “Di Anna Magnani!”, e lui: “Chi è?”. Vi assicuro che è successo».
– Bello. Anche se…
– Anche se?
– Nemmeno io so chi era Anna Magnani.
– …

Una risposta

  1. I could not refrain from commenting. Very well written!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *